PoliticaVoci

Il valzer del Governo Meloni ~ Brevi storie tristi

Governo Meloni copertina

La fine dell’anno ha portato scompiglio: Musk ha fatto la sua comparsa ad Atreju, Sgarbi è al centro di una polemica sollevata dall’inchiesta del Fatto Quotidiano e Report, e Meloni se la prende con Ferragni sul Pandorogate.


Tutti insieme, appassionatamente

Esistesse un modo per chiedere a ChatGPT di riscrivere dei passaggi per evitare l’imbarazzo nel futuro di chi nel presente a quanto pare non si rende proprio conto di cosa trasmette, credeteci, vivremmo in un mondo migliore.

E invece, sulle note di un valzer armonioso – così mi immagino il saluto generale dell’Italia al 2023 – ognuno, a modo suo, fa ciao ciao a questo splendido anno.

Salvini, sinceramente contento perché finalmente, dopo mesi di ombra e passi indietro in favore del Presidente, è lui ad aver postato per primo, sui social, il selfie con Musk che vale più di qualsiasi decreto-legge. Musk, con l’adorabile figlioletto X Æ A-12, ci ricorda – ce lo ricorda velocemente, mentre cerca di scrollarsi di dosso il figlio che si rifiuta di abbandonare il palco e viene prontamente strappato al papà da un simpatico uomo della sicurezza – quanto sia importante per noi concentrarci nel fare più figli, perché i figli sono una benedizione, la nostra più grande realizzazione, il nostro patrimonio più importante.

E tralascia, per gioia della ministra Roccella, il modo in cui concepirli.

Meloni Ferragni
Elon Musk ad Atreju. Foto: Riccardo De Luca/Anadolu (Getty Images).

Sgarbi, sottosegretario di Stato alla Cultura, che prende così tanto sul serio il suo compito da finire nell’inchiesta più scandalosa dell’anno (Il Fatto e Report), in quanto proprietario di un quadro misteriosamente ritrovato in una villa disabitata e diroccata, ma pericolosamente identico al caravaggesco dipinto rubato tempo fa a una signora anziana. Dopo che, si vocifera, proprio lui aveva mandato prontamente il fidato amico Bocedi ad informarsi sul prezzo e sulle possibilità di acquisto.

Meloni e la stoccata a Ferragni sul Pandorogate

E Meloni, che del valzer se ne infischia, e si butta nella mischia con un bel tango sapendo che, da sempre, è meglio prevenire che curare, e quindi è meglio sganciare il primo colpo piuttosto che fare la femminuccia facendosi poi schiacciare.

E quindi Meloni colpisce duro, e durante il congresso ad Atreju decide di tirare qualche frecciatina a Ferragni, spiegando all’Italia che il vero modello da seguire non sono “gli influencers che fanno soldi a palate indossando abiti o promuovendo panettoni con cui si fa credere che si farà beneficenza”, no, perché “il vero modello da seguire è chi quell’eccellenza italiana la inventa, la disegna, e la produce”.

Dobbiamo supporre, quindi, che Ferragni sia esclusa da questa super élite, nonostante sia italiana, una madre, forse anche cristiana, e inventi e produca quella cosiddetta eccellenza del territorio di cui parla Meloni.

Meloni Ferragni
Il pandoro della discordia targato Ferragni. Foto: Aurora Star (millionaire).

 Eppure, nonostante il gran carattere del Presidente del Consiglio, che, fedele ai suoi princìpi, rimane una donna del popolo e si sente libera di scagliarsi come semplice leader di opposizione sul Capo di Stato – che oggettivamente è Ferragni –, devo dire che mi aspettavo un poco più di comprensione.

D’altronde, come la tragedia di Sanremo e del bacio di Fedez, che è riuscito ad oscurare un momento che era tutto di Chiara, ad Atreju, subito dopo Musk, non si parla di altro che della comparsa di Giambruno.

Elettra Dòmini

(In copertina rielaborazione grafica con Vittorio Sgarbi, Chiara Ferragni, Giorgia Meloni ed Elon Musk)


Per approfondire temi come Giorgia Meloni e Chiara Ferragni, leggi tutte le altre nostre Brevi Storie Tristi.

Sull'autore

Vivo nella bellezza delle mie passioni, consapevole che un giorno, quando sarò una grande scrittrice, una ricercatrice di successo, o una professoressa di linguistica in università, tutto quello che mi ha permesso di diventare l'adulta che voglio diventare, lo avrò scelto da sola. Contenta. Ed entusiasta.
Ti potrebbero interessare
CronacaPolitica

Delitto e castigo – La morte di Naval'nyj nella Russia di Putin

CronacaPolitica

CensuRAI – Dargen, Ghali e lo stop al genocidio

IntervistePolitica

La persona prima di tutto – Luca De Paoli alle primarie del PD di Castel Maggiore

CulturaPolitica

Passato e Presente – Il Giorno della Memoria e la Striscia di Gaza