IntervisteVideo

Giovanni Tizian e l’ndrangheta dopo il processo Aemilia


Nel corso dell’edizione 2023 della rassegna di eventi Politicamente Scorretto, organizzata dal comune di Casalecchio di Reno, il 17 novembre Davide Lamandini ha avuto l’occasione di fare alcune domande al giornalista Giovanni Tizian, dopo l’evento “Mafia e gioco d’azzardo”.


Giovanni Tizian è giornalista del quotidiano “Domani” ed è stato inviato del settimanale “L’Espresso”, ha iniziato pubblicando le sue prime inchieste sulla “Gazzetta di Modena” ricevendo il premio per i giornalisti di provincia Enzo Biagi. Ha ottenuto anche altri riconoscimenti come il Premiolino 2021, la Colomba d’oro per la pace e il premio Giuseppe Fava. Inoltre, è autore di numerose pubblicazioni come: Gotica, ‘ndrangheta, mafia e camorra oltrepassano la linea (Round Robin, 2011) Il clan degli invisibili (Mondadori, 2014); Rinnega tuo padre (Laterza, 2018) e Il libro nero della Lega (Laterza, 2019). Per approfondire, guarda l’intervista video di Lorenzo Bezzi (11 giugno 2022).

In questa breve intervista il giornalista parla di temi come lotta alla mafia e informazione; in particolare fa riferimento al processo Aemilia, uno dei più grandi processi contro la ‘ndrangheta emiliana. Tizian ci dice come il processo abbia attenuato le attività criminali della ‘ndrangheta sul territorio, ma non ha comportato la fine della sua esistenza. La mafia è un fenomeno complesso, che muta e cambia nel tempo.

La classe politica e imprenditoriale ne parla sempre meno e l’indifferenza è tornata piano piano ad affermarsi. Ribadisce, quindi, l’importanza dell’informazione e del giornalismo nella lotta a questi fenomeni. L’informazione locale ha un rapporto diretto con i cittadini, fornisce ad essi gli strumenti per leggere la realtà. Tizian crede nell’importanza della comunicazione e nello sviluppo di una coscienza che vada a contrastare dalla radice le attività criminali.

Davide Lamandini

(regia di Lorenzo Cotti, con la collaborazione di Benedetta Del Re; in copertina Giovanni Tizian, Massimo Masetti e Paolo Bonacini a Politicamente Scorretto 2023)


Questa intervista fa parte dell’edizione 2023 di Politicamente Scorretto.


Per approfondire vedi anche l’intervista di Lorenzo Bezzi a Giovanni Tizian.


Sull'autore

Classe 2000. Mi piacciono le storie, qualsiasi sia il mezzo che le fa circolare o la persona che le racconta. Credo nella letteratura, nel tempo che passa e nelle torte al cioccolato per le giornate più tristi. Aspetto con impazienza domani e, nel frattempo, leggo, scrivo e traduco qualche lingua morta persa in un passato lontanissimo.
Ti potrebbero interessare
IntervisteVideo

Davide Conte: “politica è realizzare la storia di una comunità”

IntervistePolitica

La persona prima di tutto – Luca De Paoli alle primarie del PD di Castel Maggiore

IntervisteVideo

Giovani, lavoro e Liceo Classico, con Virginio Merola

IntervisteVideo

Insaf Dimassi: un dialogo su diritto di cittadinanza, giovani e donne