AperiCinema

AperiCinema – “Se mi lasci ti cancello”, sei il mio ´chissà` più bello

Se mi lasci ti cancello 1

Quante volte vi è capitato di non sapere quale film o quale serie TV guardare? Ogni sabato pomeriggio, su Giovani Reporter, ci penserà Alessandro Leo a darvi un consiglio. Non dovrete fare altro che mettervi comodi, versarvi un bicchiere della vostra bevanda preferita, prendere qualcosa da mangiare e dare un’occhiata all’ultimo articolo di AperiCinema.
[Non contiene spoiler]

Lo sai, ti mancherà

Hai presente quando i bambini aprono le braccia e dicono “tanto così“? Quando senti movimenti strani nello stomaco e non è colpa né del vino né dell’all you can eat che hai mangiato a pranzo. Quando non riesci a definire una situazione ma tu l’associ alla felicità e quindi chissenefrega delle definizioni. Al mondo esiste almeno una persona che ci suscita questo: ce l’abbiamo di fianco, l’abbiamo avuta o l’avremo presto e non lo sappiamo ancora. Quella persona che fa sparire le maschere che metti durante la giornata e ti rende libero di essere te stesso.

Ti senti forte. E tu che non hai mai creduto nell’amore e nel destino inizi a pensare che forse non è così vero quello che pensavi perché l’altra persona, che in quel momento ti sta guardando negli occhi accennando un sorriso, è tutto ciò di cui ti importa, anche se a volte cerchi di negarlo. Iniziate a vivervi. Brindate aprendo una bottiglia di Chardonnay quando c’è da festeggiare e ne aprite due quando qualcosa non va come dovrebbe.

Vi mancate a vicenda, ve lo scrivete per messaggio o su una lettera, all’una di notte mentre fuori sta piovendo. Non desiderate altro che stare insieme e vi rendete conto che non avete mai scritto così tanto per qualcuno. Poi un giorno litigate, più delle altre volte. Da un po’ di tempo fate fatica a comprendervi, per colpa di uno solo, di entrambi o dello stress quotidiano e poi decidete di interrompere il vostro viaggio insieme, salutandovi freddamente dopo aver discusso per l’ennesima volta su chi deve pagare il conto. Arrivate addirittura a pensare che non avreste mai voluto vivere quella storia perché non accettate che la vostra vita dipenda così tanto da un’altra persona.

Vorreste dimenticare tutto, anche se sapete che vi mancherà.

Se mi lasci ti cancello 2

Se mi lasci ti cancello, se mi cancelli ti cancello anch’io

Un qualcosa di simile è capitato ai nostri protagonisti di oggi, Joel e Clementine. Lui (Jim Carrey) è un uomo monotono, succube di una quotidianità non appagante, che vive la sua vita tra casa e lavoro senza distrazioni; lei (Kate Winslet) è una donna forte, straordinaria e con una grande voglia di vivere al massimo ogni attimo della vita. Vivono realtà diverse ma quando si incontrano bastano pochi attimi per prendersi e non lasciarsi più: lui inizia ad apprezzare la follia di lei e lei si sente al sicuro nella semplicità di lui.

Diventano l’uno realtà dell’altra, fino a quel fatidico giorno di cui parlavamo prima: una grossa litigata li separa per sempre. Clementine, in modo impulsivo, decide di rivolgersi ad una clinica che si occupa di rimuovere i ricordi dalla mente delle persone, perché non riesce a sopportare il peso della fine di quella storia così importante.

La prima regola della clinica è fare di tutto purché l’altra persona non venga mai a sapere della decisione presa da chi si rivolge a loro, ma Joel, dopo uno strano incontro con la ragazza, viene a sapere tutto. La sua reazione è tragica e questa follia sfocia nel chiedere anche lui lo stesso trattamento dell’ex fidanzata. Eppure, quando la clinica inizia col procedimento di cancellazione, lui inizia a viaggiare nella sua mente rendendosi conto di quanto per lui Clementine sia importante, anche sotto forma di ricordo.

Mentre è addormentato e immobile nel letto inizia una corsa contro il tempo per non dimenticarsi dell’amore della sua vita. Riuscirà la forza di un sentimento ad essere più forte di un macchinario infallibile? A volte è troppo tardi per rimediare agli errori. A volte bisogna essere semplicemente fortunati. A volte la fortuna non è così cieca come tutti pensiamo.

Sei il mio “chissà” più bello

Quale settimana migliore se non quella di San Valentino per parlare di uno dei film sentimentali più belli che siano mai stati fatti?

Se mi lasci ti cancello 3

Tutti noi ci possiamo riconoscere nei sentimenti di Joel e Clementine, che voi siate sposati, fidanzati, single per scelta vostra, single per scelta degli altri o che salutiate persone in bicicletta che vengono nel senso di marcia opposto, pensando che vi stiano salutando quando stanno semplicemente indicando la svolta alle macchine dietro. E non solo.

Se mi lasci ti cancello è anche un film ben fatto, con un cast stellare che ha saputo dare numerose sfumature di colore a questa storia già di per sé ben scritta, coi colpi di scena collocati in maniera svizzera. Una sceneggiatura e una regia che riescono a farci viaggiare tra realtà e immaginazione con un ritmo disarmante e una troupe che ha reso questa produzione una delle migliori che io abbia mai visto.

Con la consapevolezza che molti di voi terranno il film solo in sottofondo, auguro un buon San Valentino a tutti coloro che provano un sentimento sincero verso qualcun altro, sperando che quel qualcuno sia talmente importante da farvene fregare di San Valentino: con la persona giusta non c’è bisogno di etichettare un giorno per amarsi un po’ di più.

E godetevela. Guardate la vostra fidanzata o il vostro fidanzato e fategli capire quanto sia importante per voi. Non servono parole, basta uno sguardo e l’accenno di un sorriso. Molte situazioni si metteranno tra di voi, spesso sarete voi stessi ad ostacolarvi, ma alla fine tornerete sempre in quel posto magico che chiamiamo felicità. Una felicità che nell’incertezza della nostra vita rende quella persona il “chissà” più bello di tutti.

Fate i bravi. E amatevi. Il resto non conta.

A sabato prossimo.

Se mi lasci ti cancello 4
Alessandro Leo

(In copertina e nel testo immagini tratte dal film Se mi lasci ti cancello, disponibile su Netflix, oppure a noleggio su Rakuten TV, CHILI, Google Play e TimVision)


Se mi lasci ti cancello è il sesto articolo della rubrica settimanale di Alessandro Leo AperiCinema.

Ti potrebbero interessare
AperiCinema

“Soul” – Il tirocinio della vita

AperiCinemaSport

“Speravo de morì prima” – L'ottavo re di Roma

AperiCinema

“Cena con delitto: Knives Out” – Gli amici te li scegli, i parenti no

AperiCinema

“Il castello errante di Howl” (film) – L'amore non è magia