IntervisteVideo

Chiamami ancora Giovanni – Intervista a Luigi Garlando


Diamo vita insieme a una battaglia culturale per ricordare a tutti che “combattere la mafia” non è un verbo da coniugare al passato, non un fenomeno morto insieme ai giudici Falcone e Borsellino nel lontano 1992, ma è ancora fra noi. Possiamo fermarla solo parlandone senza timore e affrontandola insieme, senza chinare il capo. Perché in fondo la mafia È solo un fatto umano.

Luigi Garlando è uno dei più famosi giornalisti e scrittori italiani, conosciuto soprattutto per capolavori come Per questo mi chiamo Giovanni (Rizzoli, 2004), Mio papà scrive la guerra (Il Battello a Vapore, 2005), Camilla che odiava la politica (Rizzoli, 2008) e la serie di romanzi di grande successo Gol!, uscita a partire dal 2007 per Piemme – Il Battello a Vapore e arrivata oggi al numero 64.

Nella settima e ultima puntata del format È solo un fatto umano, ideato e curato da Lorenzo Bezzi, abbiamo chiuso il cerchio di questa serie di interviste parlando direttamente con chi è stato fonte di ispirazione per tutti noi e in particolare per Lorenzo, Luigi Garlando. Nel video, il resoconto della carriera dello scrittore, partendo, appunto, da Per questo mi chiamo Giovanni.

Vi auguriamo una buona visione.

Un’intervista a cura di Lorenzo Bezzi e Alessandro Leo

(In copertina Luigi Garlando)


Per approfondire, l’editoriale che presenta il format È solo un fatto umano

Ti potrebbero interessare
IntervisteMusica

Avincola, da rider a Sanremo 2021

IntervisteMusica

Be Shameless - La musica come prima scelta (con Matteo Tanzini)

CulturaInterviste

Cos'è l'ambientalismo intersezionale? – Intervista a Tyler Chanel

CronacaInterviste

Aggiungi un posto a tavola – L’Italia salverà i ristoratori?