fbpx
Mi scusi Professore

Ingenuo egoismo

Egoismo

Mi scusi Professore, non vorrei averla annoiata con i miei continui interventi monotematici, ma converrà con me che da giorni e giorni non c’è una notizia che non sia correlata in qualche modo al tema Coronavirus. E non c’è da stupirsene: quella che l’OMS ha ormai dichiarato pandemia sta avendo effetti – perlopiù catastrofici – su ogni settore della vita pubblica e privata.

C’è un ambito che trovo particolarmente interessante, quello delle relazioni internazionali. Come risulta ormai evidente, l’emergenza è globale, consapevolezza che dovrebbe favorire il sostegno e la disponibilità a collaborare tra i paesi. Alcuni episodi di questo tipo si stanno già verificando, proprio nei confronti dell’Italia: da Cuba accorrono una cinquantina di medici specializzati, la Cina offre materiale sanitario. Gesti sì di generosità, ma anche di sano egoismo: nessuno è al sicuro fino a che tutto il mondo non lo è.

C’è poi chi agisce solo guidato dall’egoismo puro. Mi sento di chiamare in causa due paesi in particolare, Repubblica Ceca e Polonia. Li accomuna la decisione di sequestrare merci in transito sul loro territorio, provenienti dalla Cina e diretti in Italia. In particolare, 680 mila mascherine e 28 mila respiratori spariscono in Repubblica Ceca, 23 mila mascherine in Polonia. Quest’ultimo carico era stato acquistato dalla regione Lazio.

Forse si starà chiedendo la fonte di tutto questo, Professore. Riguardo la prima vicenda, secondo la testimonianza del ricercatore ceco Lukas Lev Cervinka, il governo avrebbe innanzitutto parlato di materiale confiscato ad associazioni criminali che lo avevano sottratto alle imprese locali per rivenderlo a costo maggiorato; presto si vedrà però costretto a confermare che quel carico comprendeva anche i beni destinati all’Italia. Le proteste dell’ambasciata italiana sono rimaste a mezz’aria, in quanto il materiale sarebbe già stato distribuito. Per quanto riguarda la Polonia, la vicenda è più semplice: le mascherine sono state semplicemente sottratte alla dogana.

Ecco riassunto in due episodi il modello sovranista portato avanti dai due premier, il ceco Andrej Babiš e il polacco Mateusz Morawiecki. Un modello che vuole frontiere serrate, nazioni isolate che marciano al grido di “prima i nostri“. Un modello antieuropeista, xenofobo, discriminatorio. Un modello che pensa solo a sé stesso. Professore, lei crede che uno stato possa bastare a sé stesso? Se “nessun uomo è un’isola“, può esserlo una nazione? Non è forse un ingenuo egoismo quello che ci spinge a pensare solo a noi stessi quando dipendiamo così strettamente dagli altri?

Tuttavia quello che le chiedo, Professore, si spinge ben oltre l’emergenza Covid-19, perché riguarda il futuro del nostro mondo. Cosa succederebbe se tutti gli stati si comportassero così? Se altri leader sullo stile Babiš e Morawiecki dovessero prendere il potere? Potremmo ancora parlare di mondo, o la Terra diventerebbe solo un insieme di stati? Tuttavia mi rendo conto che questo processo di isolamento, forse, è già in atto da tempo, anche nella nostra amata Italia.

Clarice Agostini


Ingenuo egoismo è il dodicesimo articolo di Mi scusi Professore, una rubrica di Clarice Agostini.

Ti potrebbero interessare
Mi scusi Professore

Democrazia in quarantena

Mi scusi Professore

Sulle paure della gente

Mi scusi Professore

Mai più a casa

Mi scusi Professore

A non tutti piace caldo