Cultura

Vivere il Lucca Comics & Games

Lucca Comics e Games 2019

Quest’anno si terrà il ventiquattresimo anniversario del Lucca Comics & Games come lo conosciamo oggi. Il festival avrà inizio il 30 ottobre e terminerà il 3 novembre, svolgendosi come da tradizione fra le mura dell’omonima città nell’entroterra toscano. Ma cos’è di preciso Lucca Comics & Games, e cos’è che lo rende unico nel suo genere?

La fiera nasce nel 1966, quando Lucca fu ospite della seconda edizione del Salone Internazionale dei Comics, riscuotendo un discreto successo. Nel 1993, in seguito alla sua espansione, nacque il “Lucca Comics“, evolutosi successivamente nel 1995, per prendere il nome definitivo di “Lucca Comics & Games“. Durante le prime edizioni si registrarono oltre 30.000 partecipanti, numero che crebbe di anno in anno, fino a raggiungere, nella scorsa edizione, la cifra record di oltre mezzo milione di visitatori provenienti da tutto il mondo. Oggi è il festival più grande d’Italia ed Europa, il secondo al mondo.

Personalmente, partecipo al Lucca Comics da otto anni, e non mi sono ancora stancato di visitarlo. Ho avuto occasione di girarlo in lungo e in largo più volte, e ad ogni visita non può che emergere il bambino che si nasconde in me. C’è sempre qualcosa di nuovo ed è ogni anno in costante rinnovamento. Nonostante le file chilometriche e l’enorme quantità di persone che possono lasciare spaesati i nuovi visitatori, è sempre un’esperienza unica ed emozionante. Un luogo che, almeno una volta nella vita, andrebbe visitato. Un luogo dove ammirare parate, migliaia di persone in costume, interi gruppi di cosplayers sparpagliati per il centro e conoscere i propri autori o artisti preferiti.

Se non foste pratici dell’evento e voleste recarvici, cinque sono le aree che fungono da “pilastri” al Lucca Comics & Games, sparse nelle varie zone della città.

1. Spazio Games

È lo stand più grande dell’intera fiera lucchese, solitamente situato al di fuori delle mura. Ospita ogni anno eventi ed invitati internazionali quali scrittori, attori, doppiatori, disegnatori, gamers e youtubers. È possibile ammirare alcuni degli innumerevoli artisti che vi prendono parte disegnare e dipingere live nell’Area Performance, situata al centro dello stand. Tornei di giochi da tavolo, di videogiochi e di giochi di ruolo si tengono fra uno stand e l’altro, ai quali partecipare o semplicemente da provare per divertirsi con gli amici. Inoltre in tutto il padiglione si possono acquistare gadget e souvenir della cultura pop e molto altro ancora.

2. Japan Palace/Japan Town

Una zona della città si trasforma per quattro giorni in un vero e proprio quartiere nipponico, con stand e gadget provenienti da tutto il Giappone. Per i collezionisti sarà possibile trovare svariate action figures, manga, anime e videogiochi; per gli amanti del cibo si possono anche assaggiare alcune pietanze orientali; mentre per gli artisti sono numerosi gli stand dove acquistare materiale come pennelli, album e pennarelli professionali utilizzati dai mangaka giapponesi. Ogni anno ospiti illustri vengono invitati a prendervi parte, come ad esempio le leggende viventi del fumetto e dell’animazione giapponese Go Nagai e Leiji Matsumoto, rispettivamente creatori di Mazinga Z e Capitan Harlock, storici manga della cultura del Sol Levante. Quest’anno, il 30 e 31 ottobre ci sarà in qualità di ospite d’onore il maestro Hirohiko Araki, acclamato autore dell’opera dal successo globale “Le bizzarre avventure di JoJo”.

3. Area Comics

Ogni anno viene anche allestita una piazza con stand nei quali è possibile incontrare scrittori e fumettisti provenienti da tutto il mondo. Migliaia soni i fumetti e i libri che si possono comprare, dai più famosi a quelli emergenti, da quelli vintage alle edizioni speciali. Sarà possibile farsi autografare le opere dagli autori durante i firmacopie, sempre se disposti ad aspettare in fila il proprio turno. Quest’anno Andrzej Sapkowski, scrittore fantasy polacco ed autore della celebre serie “The Witcher” (trailer della serie TV in uscita) sarà ospite di Lucca Comics & Games.

4. Lucca Movie, Comics & Games

Area dedicata al mondo del cinema e all’animazione. Ogni anno vengono proiettate anteprime in lingua originale dei film che successivamente verranno tradotti ed adattati per il cinema italiano.

5. Lucca Music & Cosplay

Ultimo ma non meno importante, generalmente situato sopra le mura della città, è il palco dove cantanti e musicisti come Cristina D’Avena, Giorgio Vanni ed Enzo Draghi si esibiscono live, cantando sigle di cartoni animati, colonne sonore di film famosi e canzoni inedite. Sempre sullo stesso palco si tiene ogni anno il contest per cosplayers volto a decretare il migliore dell’intero festival. Queste sono solo alcune delle tante attrazioni che Lucca Comics & Games ha da offrire, oltre a gallerie con opere di artisti famosi, tornei di E-sports e concorsi per scrittori e disegnatori emergenti.

Cosplayers a Lucca Comics & Games 2018.

Per capire a pieno lo spirito del Lucca Comics & Games è necessario viverlo in prima persona, in quanto non si tratta soltanto di un comune festival, ma bensì di un punto di ritrovo globale per tutti gli appassionati della cultura pop. Un posto unico, dove trascorrere quattro giorni in compagnia di amici, dove chiunque può immedesimarsi in ciò che vorrebbe essere in totale libertà. Un vero e proprio “portale” su di un mondo fantastico situato fra quattro antiche mura.

Riccardo La Barbera

(In copertina locandina originale di Lucca Comics & Games 2019)


Perché andare a una fiera del fumetto?

https://giovanireporter.org/2019/07/22/fiera-del-fumetto-perche-andarci/
Ti potrebbero interessare
Cultura

Intrighi e profezie “Nella stanza dell’imperatore”, di Sonia Aggio

CulturaPolitica

“Frontiera”: la nuova raccolta di racconti di Francesco Costa

Cultura

“Storia dei miei soldi”, di Melissa Panarello – Se le tasche potessero parlare

Cultura

“Adelaida”, di Adrián Bravi – Colorare le ferite con un libro